Foto e video 360° esperienza panoramica

Condividi

Foto e video 360° esperienza panoramica

Fai la camminata

Prova l'emozione di camminare tra due grattacieli a più di 200 metri sul fiume Chicago.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Clicca per cambiare angolazione

Nik Wallenda

Eccoci sul bordo della torre occidentale di Marina City, da dove avrà inizio la mia camminata il 2 novembre. Per alcuni voi sarà ancora giorno, ma qui farà già buio. Probabilmente ci sarà vento e potrebbe persino piovere o nevicare. Ma io lo farò in ogni caso. Pioggia, neve, nevischio o vento, farò questo viaggio. In genere, in questo momento provo molte emozioni, sono molto agitato, il cuore mi batte forte, sono emozionato e fremo all'idea di come mi sentirò quando sarò sulla fune. Un problema di quando cammino su una fune sospesa in condizioni uniche come in questo caso, è che non so come sarà la fune. Ad ogni singolo passo che faccio, la fune cambia completamente. Si muove in modo diverso sotto ai miei piedi. Non so cosa aspettarmi, quando sarò là fuori. E questo mi mette parecchio in ansia.

Dopo tanto allenamento, i miei muscoli dovrebbero essere ormai pronti. Saranno sicuramente tesi. So già che farà estremamente freddo, per saranno molto contratti. Non sono sicuro di come reagirà il mio corpo. Ho fatto tutto l'addestramento possibile a questo punto, ma finché non sei là, non puoi sapere che effetto farà.

A metà strada, le caviglie cominceranno a bruciare, avrò le braccia doloranti, per via dell'asta di bilanciamento che pesa 20 chili. Contrastare i venti e le condizioni meteorologiche mi sfinirà completamente. I muscoli cominceranno a indebolirsi, vorranno rilassarsi, ma io non potrò lasciarmi andare in quel momento perché sarò solo a metà strada. Dovrò restare concentrato ed essere forte per arrivare in fondo a questa fune, sull'altro lato. Il fatto di camminare in salita rende il tutto ancora più difficile. Richiede uno sforzo ancora maggiore dal mio corpo. E poi ci sono le condizioni meteo: sarà una sfida grandissima, terribile.

Di solito, a questo punto esulto. Mi rilasso e mi emoziono all'idea di festeggiare con la mia famiglia, dopo aver completato un'altra straordinaria camminata sopra una bellissima città. Ma non posso ancora cantare vittoria. Devo rimanere concentrato. Anche se ho fatto una camminata senza precedenti. Una camminata in salita a 150 metri d'altezza sulla città, per arrivare a più di 200. Devo restare concentrato, perché sto per accettare una sfida ancora più grande. Devo salire su un ascensore. Ho 5-10 minuti di camminata da questo edificio per tornare a Marina City. È una cosa che non ho mai fatto prima: completare un percorso pericoloso e passare subito a uno ancora più complicato.

Sono arrivato in cima alle Marina Towers e mi preparo alla prossima sfida. Le funi sono lunghe solo 30 metri, ma camminare bendato e nelle condizioni in cui lo farò sembra quasi impossibile. Come ho già detto, sarà buio, ed è 100 volte più spaventoso essere privato del senso più importante che un funambolo può avere o usare, e cioè la vista. Io non avrò a disposizione quel senso e dovrò concentrarmi solo sull'equilibrio e sull'udito. Solo così riuscirò ad affrontare la camminata. È estremamente stressante non riuscire a vedere cosa sto facendo. Se si alza il vento, se arriva una folata, non so come farò a reagire. Naturalmente sono allenato, ma è un enorme stress psico-fisico pensare a questa camminata, perché se dovesse succedere qualcosa e provassi a scendere per toccare la fune e riprendere sicurezza, non avrò modo di vedere che cosa sto afferrando. I piedi mi faranno da guida, e mentre scivolo lungo la fune sentirò i cavi stabilizzatori; man mano che li supero sarò in grado di capire a che punto sono. Normalmente mi baso sulla vista, per farmi un'idea di come si muove la fune, ma stavolta sarò privo di questo senso, e quindi dovrò tenere un piede sulla fune a qualsiasi costo, mentre scivolo con i piedi e raggiungo l'altro lato.

Finalmente ho completato entrambe le camminate. È ora di festeggiare, ma il mio corpo vuole andare a dormire e rilassarsi. Avrò i muscoli infiammati per lo sforzo. Sarò molto emozionato. Abbraccerò mia moglie e i miei tre figli, mia madre e mio padre. E starò un po' con loro. Ma la mia mente comincia già a pensare alla prossima sfida. Quale sarà? Come fare qualcosa di ancora più grande e migliore? Come superare l'ultima impresa? Come fare qualcosa di davvero speciale? Qualcosa che porti avanti la grande tradizione che mio nonno inaugurò più di 200 anni e 7 generazioni fa.

Cookies will help us remember your preferred language for your next visit.

Caricamento

Sintonizzati il 2 novembre per seguire live i contenuti extra dell'evento.

Aggiornamenti importanti

Attendere, prego

Aggiornamenti importanti

A causa del meteo sfavorevole, Skyscraper Live è posticipato.

Aggiornamenti importanti

Restate sintonizzati su Discovery per gli ultimi aggiornamenti